PocArt

5/20/2006

calendario solidò

Poc-Art e dry_art

in collaborazione con

VILLA SERENA

col contributo del

Quartiere Reno - Comune di Bologna

e il patrocinio della

Regione Emilia-Romagna


presentano

nell'amito di Bè bolognaestate06


 SOLIDO'
- libertà negate -



8-9-10 giugno 2006 VILLA SERENA – via della Barca, 1 - BOLOGNA

TITOLO: SOLIDò - libertà negate -

DATA: 8-9-10 giugno 2006

DESCRIZIONE: SOLIDO’ è una manifestazione volta a promuovere i valori della pace e della solidarietà. L'obiettivo dell'iniziativa, giunta alla seconda edizione, è quello di tenere viva una memoria storica e civile collettiva, e nel contempo di stimolare la cooperazione delle realtà che lavorano nell'ambito dell'associazionismo e della cultura. Tema di fondo di questa seconda tappa è quello delle “libertà negate”. Sono stati coinvolti artisti e operatori che quotidianamente testimoniano, col proprio lavoro, l’amore per l’altro: recluso, dimenticato, emarginato, … Per mezzo delle loro testimonianze si avrà modo di attraversare lo sguardo e il desiderio di un altro mondo, di un mondo reale che vive al di là e al di qua dell’acquario televisivo. Agli incontri con i protagonisti di questa attualità già dimenticata, si alterneranno momenti di intrattenimento ludico e musicale.

PROMOTORI: Centro Musicale POC-ART e Ass.ne Cult.le dry_art


In collaborazione con: VILLA SERENA- COOP. MACCHINE CELIBI- Ass.ne LE NUVOLE – LA BOTTEGA DELLA CRETA- Ass.ne COLORA- BOVADIS?(rete di associazioni di Bologna)- Comitato per la verità di Aldro- EXZEMA.

SITO INTERNET: www.pocart.blogspot.com –www.dry-art.net
Il sito sarà disponibile a breve l’indirizzo sarà specificato sul blog.



LA MANIFESTAZIONE SI SVOLGERà INTERAMENTE a villa serena in via della barca 1




CALENDARIO

Giovedì 8 giugno (…aspettando SOLIDO’)

ORE 19.00
Aperitivo con WILBI (in concerto)

“Una delle voci più originali della nuova scena, impreziosita da melodie prevalentemente elettroniche, electro-tec e experimental”


ORE 20:00
Incontro e proiezione video: “CIUDAD JUàREZ: LA STRAGE SILENZIOSA”
A cura di Alessia Passarelli, interviene il Prof. Sandro Mezzadra (Scienze Politiche, Università di Bologna)

“A Ciudad Juárez, città di frontiera nel nord del Messico, gemellata con El Paso, in Texas, oltre 300 donne sono state assassinate secondo lo stesso rituale: rapimento, tortura, sevizie sessuali, mutilazioni, strangolamento.”


ORE 22:00
Proiezione video sui CPT: "Hurrya" di Enrico Montalbano

“I CPT siciliani, gli sbarchi, il ritrovamento in alcuni cimiteri siciliani di tombe senza nome, le deportazioni da Lampedusa verso la Libia, i racconti di attivisti, di avvocati, di giuristi e degli stessi immigrati.”



Venerdì 9 giugno

ORE 16:00
“Segni in libertà”
Laboratorio per bambini dai 5 ai 12 anni
a cura della Bottega della Creta
Durata 90 min.


ORE 17:00
Associazione Exzema
Presentazione film
“Lontano dagli eroi vicino agli uomini”
regia: Danilo Caracciolo

“Documentario che raccoglie le testimonianze di quelle persone che, a Bologna, hanno partecipato attivamente alla resistenza partigiana contro il nazifascismo”


ORE 19:00
Aperitivo con BoVadis?, rete associazioni di Bologna (alberTStanley, Carni Scelte, dry_art, Planimetrie Culturali, Psyconauti, Teatrino Clandestino)


ORE 19:30
Incontro-dibattito: "Federico Aldrovandi: quale ingiustizia?"
interverranno il Comitato Verità per Aldro, Patrizia Moretti (la mamma di Federico), il Consigliere regionale Gianluca Borghi, l'On. Titti De Simone, Don Domenico Bedin, Vincenzo Branà de "Il Domani". . Modera il dibattito: Checchino Antonini.

"Scrivo la storia di quel che è successo a Federico, mio figlio. Non scriverò tutto di lui, non si può raccontare una vita, anche se di soli 18 anni appena compiuti. E' morto il 25 settembre...”


ORE 21:30
Spettacolo teatrale “Niente più, niente al mondo” di Massimo Carlotto
con Crescenza Guarnirei
regia: Nicola Pistoia

“Sola come una cucina dismessa, alla sera, in certi quartieri della città.”


ORE 22:30
Musica d’autore:
Presentazione nuova generazione di artisti italiani
“non ti scordar di te”
voce: Alex Savelli, clarino e sax: Orest, tastiere: Terence Todaro
testi : Alex Savelli

“Psico- rock -jazz funambolicarioso di forte impronta cantautoriale.”



23.30
Musica d’autore:
CUT
presentano il loro nuovo album "A Different Beat"

“Una delle più esplosive live bands italiane. Un mix perfetto tra garage, punk, new wave, funk e rock'n'roll …”


Sabato 10 giugno


ORE 16:00
“SUONI D’ARGILLA”
Laboratorio per bambini dai 5 ai 12 anni
a cura della Bottega della Creta
Durata 90 min.


ORE 17.00
Associazione EXZEMA
Presentazione film
“Lame porta della memoria”
regia: Danilo Caracciolo

“L’insediamento di spazi come la GAM, il Lumière, il Cassero e la Manifattura delle Arti rappresentano il momento di catarsi ideale di un territorio che fu teatro di morte e sacrificio ”

ORE 17:00
UNDER 20 PROJECT
“la meglio gioventù ..in musica”
Concerti band giovanili bolognesi


ORE 20:00
Aperitivo con le associazioni di volontariato Colora, Vilmo Ferri portavoce di TUZLANSKA AMICA e ADOTTANDO



ORE 20:30
Presentazione del libro/dvd “Il diario di Romeo e Giulietta (Fare teatro in un carcere minorile)” a cura di Maria Chiara Patuelli e Silvia Storelli (ed. Pendragon)

“Istituto Penale Minorile, via del Pratello, Bologna: allestimento e messa in scena dello spettacolo teatrale  Romeo. La Recita. Dall'esterno quattro ragazze entrano in carcere per assistere alle prove; all'interno un giovane detenuto recita Romeo.”


ORE 22:00
Musica d’autore:
Concerto  Stranafonia
Andrea Bondi: basso /voce, Manuel Bedetti: tastiera /voce, Roberto Alessi: batteria

“Ensemble cantautoriale, in bilico tra jazz, “poesia musicata”, psychedelia e rock progressive stile anni ‘60-‘70.”


ORE 23:00
Musica d’autore:
Concerto Fluò (Roma)
Carlo Marcolin: Voce e chitarra: Simone Fedele, Chitarra: Paolo Careddu, Basso:
Fabrizio Di Domenico, Tastiere: Pierluigi Campa:Batteria

“Testi originali su tappeti musicali rock e pop da una delle formazioni emergenti del panorama italiano”


*l'ingresso agli eventi è gratuito


CONTATTI:

PocArt - tel.051569329 lun.mart.giov. ore 15.30 -19.00
e-mail: info@dry-art.net
blog: www.pocart.blogspot.com
sito: www.dry_art.net








GIOVEDI 8 GIUGNO

WILBI (Simona Cazzari)

L’artista, nata da una didattica musicale classica (pianista), comincia una collaborazione con diverse band: montefiori cocktail, doctor doom, sless, screamer dj, .. Vincitrice per la sezione del “performance lab” al Nightwave 2000, festival che segue le avanguardie della cultura della notte.
Partecipa al Festival Enzimi 2003, con lo spettacolo “Anima Nera” della compagnia teatrale Dry_art. Un suo brano viene selezionato dal regista Giuseppe Bertolucci per il documentario “Segni particolari”. Nel 2005 compone l’ album “PERSPECTIVE” da cui viene selezionato il brano Untitled editato dalla fridge records di milano e inserito nella compilation “B-compilation”.

PRESENTAZIONE LIVE

Il live è caratterizzato dallo studio di armonie sviluppate da strumenti non convenzionali ( macchine da scrivere, giocattoli….), strumenti analogici ( drum machine, synth…) fino ad arrivare al digitale dove le parti melodiche, ricampionate e filtrate, che possono sostituire la parte ritmica creando una partitura dalle sonorità prevalentemente elettroniche, electro-tec e experimental.


CIUDAD JUàREZ: LA STRAGE SILENZIOSA

È forse il caso più abominevole della storia criminale di tutti i tempi. A Ciudad Juárez, città di frontiera nel nord del Messico, gemellata con El Paso, in Texas, oltre 300 donne sono state assassinate secondo lo stesso rituale: rapimento, tortura, sevizie sessuali, mutilazioni, strangolamento. Da dieci anni, al ritmo di due cadaveri al mese, nei quartieri della città maledetta vengono scoperti corpi di donne, adolescenti e bambine, nude, martoriate, sfigurate. Gli investigatori più seri ritengono che si tratti dell'opera di due serial killer psicopatici, ancora introvabili dopo tanti anni. L’incontro sarà a cura di Alessia Passarelli (dry_art), relatore Sandro Mezzadra, docente presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Ateneo di Bologna.


HURRYA di Enrico Montalbano

“Hurrya” è un video realizzato da Enrico Montalbano nel 2005, in collaborazione con l’Osservatorio Migranti di Agrigento, si tratta di un documentario incentrato sulle vicende che hanno caratterizzato il fenomeno immigrazione in Sicilia. “Hurrya” dura 80 minuti e ripercorre otto anni di lotte antirazziste, proponendo immagini e contenuti inediti di una realtà a molti sconosciuta. La nascita dei CPT siciliani (ben cinque solo in Sicilia), gli sbarchi, la storia di un naufragio, il ritrovamento in alcuni cimiteri siciliani di tombe senza nome, la vicenda Cap Anamur (la nave umanitaria che nel 2004 salvò 37 profughi nel Mar Mediterraneo), le deportazioni da Lampedusa verso la Libia, i racconti di attivisti, di avvocati, di giuristi e degli stessi immigrati.



VENERDI 9 GIUGNO


LABORATORIO DI BOTTEGA DELLA CRETA

Seguendo con interesse il tema coinvolgente proposto dalla seconda edizione di SOLIDO’, Le libertà negate, abbiamo progettato due laboratori rivolti ai bambini dai 5 ai 12 anni da svolgersi nei pomeriggi dei giorni della festa.

SEGNI IN LIBERTA’
Il laboratorio, della durata di 90 minuti, consentirà ai bambini partecipanti di sperimentare concretamente la manipolazione dell’argilla attraverso l’impasto, la foggiatura delle ciotole e d’oggetti che in seguito saranno incisi ed impressi scoprendo le potenzialità espressive dei segni, delle tracce, delle impronte; elementi grafici che estratti dal contesto generale ed inseriti all’interno di spazi ceramici, assumono valore semantico fornendo nuovi significanti ai significati precedenti.


“LONTANO DAGLI EROI VICINO AGLI UOMINI” (EXZEMA)

“Tante sono le storie che scorrono in un fiume, e tanti gli uomini che le hanno raccontate. 
Storie antiche e che rischiano l’oblio come quella che ho potuto ascoltare io.
E’ così che tra storie di bambini al bagno, attraversamenti di muli, pescate prodigiose e mille altre storie ho potuto udire una storia di Resistenza…”

L’Associazione Culturale Exzema opera nell’ambito della cultura e del linguaggio audiovisuale mediante attività di ricerca, sperimentazione, produzione, insegnamento ed incontro all’interno di tutto quanto sia manifestazione e strumento non solo del mondo propriamente cinematografico, ma anche delle multiformi espressioni creative ad esso afferenti. Exzema organizza e promuove produzioni video/cinematografiche, video musicali, proiezioni, laboratori, dibattiti, conferenze, mostre, festival etico di cortometraggi (riservato esclusivamente a non professionisti che presentino opere prive di produzione) e altre iniziative. 




BoVadis?

La rete Bo Vadis? è composta da realtà eterogenee che lavorano già da anni sul territorio e sono affermate e riconosciute nelle loro attività di carattere culturale. Il tema di fondo della rete, che ha comunque la peculiarità di rimanere aperta alle realtà che desiderino aggregarsi, è la riflessione sulle modalità delle produzioni culturali e sulle modalità relazionali degli spazi aggregativi e di innovazione. L’intenzione è quella di superare una visione rachitica e ghettizzante della gestione dei luoghi e delle iniziative, in virtù di una trasversalità di obiettivi e prospettive operative. Per questo Bo Vadis? intende raccogliere gruppi e associazioni che lavorano nel campo della sperimentazione e della comunicazione tra i linguaggi, una caratteristica che riflette un’attitudine che è sociale e al contempo creativa.

Alla rete hanno già aderito sei gruppi: alberTStanley, CarniScelte, dry_art, Planimetrie Culturali, Psyconauti, Teatrino Clandestino, realtà affermate e riconosciute nelle loro attività.


FEDERICO ALDROVANDI: Quale ingiustizia?

Federico Aldrovandi aveva 18 anni .
Il dramma è piombato come un fulmine a ciel sereno, sconvolgendo l'ordine della tranquilla città di Ferrara. Il ragazzo è morto all'alba del 25 settembre 2005, in strada. Sul posto c'erano quattro poliziotti, chiamati dalla gente del quartiere. Ma oggi nessuno ricorda nulla di quella notte. Le indagini sono state ferme per quattro mesi. Poi la famiglia è riuscita a riaccendere i riflettori. Oggi sfilano i testimoni in Procura, e succedono cose strane. Come un verbale che sembra ritoccato. Per tanto tempo si è battuta la «pista» della droga. E se la verità fosse un'altra?
Ci aiuteranno a fare un po‘ di chiarezza sulla vienda le testimonianze della mamma di Federico, Patrizia Moretti, e del Comitato verità per Aldro, presiederanno al dibattito l’Onorevole Titti De Simone, il Consigliere regionale Gianluca Borghi, Don Domenico Bedin, Vincenzo Branà de "Il Domani". Moderatore: Checchino Antonini.


“NIENTE PIU’ NIENTE AL MONDO”

Sola come una cucina dismessa, alla sera, in certi quartieri della città.
In questo nuovo lavoro di Nicola Pistoia affidato alla femminilità profonda ed italiana di Crescenza Guarnieri, l’attrice si muove da sola in una stanza densa di cose accadute.
Il regista e l’attrice, assieme, accompagnano il giovane testo di Massimo Carlotto all’interno della scena, come si accompagna a vedere la propria città una bambina su cui si riversano a ragione molte speranze.
Pistoia riesca a fermare l’istante dopo il fatto, guidando il pubblico passo passo a scoprire, quasi ad intuire, ciò che non è stato ancora detto, l’antefatto tragico e crudelmente attuale di una madre che uccide una figlia.
Il testo è teso, lanciato, ferisce in qualche immagine: soprattutto quando usa la sua arma migliore e cioè l’ironia. In più di un punto il pubblico rimane imbarazzato di aver saputo sorridere di una storia così, una storia che non meriterebbe sorrisi alcuni

Testo: Massimo Carlotto
Regia: Nicola Pistoia
Interprete: Crescenza Guarnieri


RASSEGNA MUSICA D’AUTORE

- Anteprima dell’album “NON TI SCORDAR DI TE” partorito dall'incontro di 
musicisti compagni di viaggio da lunga data, con un taglio psico- rock -jazz funambolicarioso.
di forte impronta cantautorale. Parole e musica di Alex Savelli, leader già della band Pelican Milk . Dopo aver collaborato a Londra con vari musicisti di rilievo (OZRIG TENTACLES ecc…) nasce ufficialmente nel 2005 come solista durante la rassegna “siamo tutti signor G” aprendo il concerto di Ares Tavolazzi. Da allora inizia la collaborazione con l’ass.ne LE NUVOLE con la quale ha prodotto il disco in italiano “non ti scordar di me” seguito da Roberto Ferri e Celso Valli. Grazie all’intensa collaborazione con PocArt sta ultimando alcuni progetti tra cui un disco di improvvisazione con Pelican Milk e Ares Tavolazzi “Soprappensiero” e un dvd dedicato a Pasolini “Ultima cena tra le nuvole”. Alexavel (voce/chitarre /basso) accompagnato da Orester Young (clarino/sax) Terence Todaro(tastiere)


- CUT - A different Beat Chi in questi anni ha avuto l'occasione di vedere i Cut dal vivo sa che stiamo parlando di una delle più esplosive live bands italiane. Bene, con "A Different Beat" finalmente i Cut riescono ad esprimere anche su disco tutta l'energia del proprio suono live, regalandoci un album di grande impatto e compattezza. Ed un mix perfetto tra garage, punk, new wave, funk e rock'n'roll... ascoltare per credere! ...e come dice la title track: So get ready for a different year...Get ready for a Different Beat!





SABATO 10 GIUGNO



SUONI D’ARGILLA

Il laboratorio, della durata di 90 minuti, rivolto a bambini creativi, prevede la progettazione e la foggiatura di fischietti d’argilla di varie forme, dimensioni e suono. Un’ipotesi di progettazione alchemica, rumore - silenzio, legata alla spensieratezza del suono emesso da uno strumento di propria produzione: vivere l’esperienza del fauno nel bosco grazie alle sonorità di un fischietto apparentemente definito semplice strumento di richiamo ed in verità audace simbolo di spensierata invasione sonora del proprio spazio vitale.


LAME – la porta della memoria (EXZEMA)

Nel 2004 è ricorso il sessantenario della Battaglia di Porta Lame e della Bolognina. L’associazione Exzema ricorda in un documentario quei tragici episodi e il tentativo di ribellarsi alla tirannide nazifascista. Con la testimonianza diretta di alcuni partigiani ed attraverso l’utilizzo degli archivi fotografici, ha ripercorso le tappe di quei tragici giorni del novembre 44, visitando i luoghi dove fu vinta l’unica battaglia della Resistenza europea in una città occupata. Questi stessi luoghi diverranno uno dei più importanti centri culturali europei: l’insediamento di spazi deputati alla manifestazione pluralistica dell’arte come la futura Galleria d’Arte Moderna, le sale del Lumière, la Salara e la Manifattura delle Arti rappresentano il momento di catarsi ideale di un territorio che fu teatro di morte e sacrificio contro le omologazioni ed i razzismi.
Con: Renato Romagnoli “Italiano”, Lino Michelini “William”, Sauro Ballardini “Topo”, Diana Sabbi, Ada Pasi, Sandro Toni, Paolo Salerno, Peter Weirmair .



UNDER 20 PROJECT

Da un progetto di PocArt di visibilità per gruppi giovanili sono state selezione alcune band nell’ ambito di un concorso tenutosi a Villa Serena nel 2006.
La volontà è quella di dare la possibilità ai gruppi di ragazzi delle scuole di non rimanere confinati nelle sale prove ma cominciare a presentarsi e esprimersi ad un pubblico che possa apprezzarne le qualità musicali da noi riconosciute. Sono quindi emerse tre formazioni:
LEGLESS – BLIZZARD PROJECT – SLATZ


PROGETTO COLORA

Lo scopo dell' Associazione di promozione sociale COLORA è:
- favorire l'inserimento sociale di soggetti svantaggiati
- sensibilizzare la coscienza collettiva sui temi del multiculturalismo e dell'inclusione sociale

Attraverso le seguenti attività:
- organizzazione di moduli formativi su grafica, fotografia, illustrazione, comunicazione sociale a favore di giovani stranieri in carico ai servizi sociali. Lo strumento di inserimento degli utenti nelle attività dell'associazione è la borsa lavoro erogata dai servizi sociali comunali
- campagne di comunicazione sociale
- ogni altra attività conforme allo scopo sociale


PROGETTI: TUZLANSKA e ADOTTANDO

TUZLANSKA: dal ‘93 si occupa delle donne vittime dello stupro etnico. 
Poi ha iniziato a occuparsi anche dei bambini, seguendo il loro 
percorso al di là della raccolta fondi.
ADOTTANDO: di Bologna, in collaborazione con Tuzlanska, si occupa 
materialmente delle adozioni a Tuzla e dintorni.
WILMO FERRI è idealmente il filo conduttore di questa due associazioni. Si occupa di reperire beni di prima necessità (riso e altri generi alimentari) e non (vestiti giochi ed altro), e di trasportarli in loco coadiuvato solo dell'aiuto di un furgone e di persone di buona volontà.


“IL DIARIO DI ROMEO E GIULIETTA - Fare teatro in un carcere minorile”
(Edizioni Pendragon)

di Ilva Gacaj, Loubna Handou, Jinchuan He, Jing Jing Huang e Netto
A cura di Maria Chiara Patuelli e Silvia Storelli
Prefazione di Gianni Sofri
Tra il settembre e il dicembre 2004, nell'Istituto Penale Minorile "P. Siciliani" di via del Pratello a Bologna, viene allestito e messo in scena il Romeo e Giulietta di Shakespeare. Dall'esterno quattro ragazze entrano in carcere per assistere alle prove; all'interno un giovane detenuto recita Romeo. Il libro nasce da questo incontro, raccontato nei loro rispettivi diari che dialogano tra di loro, si sovrappongono e si integrano. Si crea così un incontro ideale tra "Romeo" e "Giulietta", tra un ragazzo e delle ragazze, che pur provenendo da mondi differenti trovano nello spazio "libero" del teatro un punto di contatto. Il video allegato al libro raccoglie le immagini delle prove e dello spettacolo finale.



MUSICA D’AUTORE:

- STRANAFONIA
Il gruppo nasce nel ‘90 dalla comune passione dei suoi componenti per il rock progressive e la psychedelia stile anni ‘60-‘70.
Si esibisce dal vivo in diverse occasioni e nel 1997 pubblica un album di brani inediti intitolato “Per un vecchio pazzo”, co-prodotto dall’etichetta Lizard/Pick-Up.
Nel 1999 compone la colonna sonora allo spettacolo teatrale “Delete Me” (Teatro Evento) ed esegue le musiche di scena di “Rifiuti”, interpretato dal gruppo teatrale Hipotesis.
Attualmente, la band propone un repertorio sempre composto da brani originali che, stilisticamente, risentono dell’avvicinamento ad un metro compositivo più lineare e cantautorale, venato di aperture al jazz e alla “poesia musicata”, senza negare l’approccio esecutivo e le atmosfere ‘60-‘70.
La band, dopo aver ultimato un cd-demo di nuovi brani e in seguito a numerose variazioni d’organico è ora composta da:
MANUEL BEDETTI - voce solista, piano, tastiere.
ANDREA BONDI - basso, chitarra, voce.
ROBERTO ALESSI – batteria

FLUò
Il progetto Fluò prende vita nei primi mesi del 2005 dall’unione di quattro ragazzi innamorati di musica. Carlo (voce e chitarra), Simone (chitarra), Paolo (basso) e Marco (batteria) il quale ha lasciato la band dopo il primo demo ed è stato sostituito da Pierluigi. Dopo qualche mese si unisce alla band Fabrizio (tastiere).
Il rock e il pop sono le due gambe su cui si muovono e tramite cui intraprendono il viaggio, sviluppando le idee arrangiative comuni su brani scritti e composti da Carlo.